Le site de la Librairie Philosophique J. Vrin utilise des cookies afin de vous offrir le meilleur des services.
En continuant sur notre site, vous acceptez notre politique de confidentialité.

Je comprends

Les Éditions / La librairie
 

 

Una ontologia dialettica Fondamento e autoscienza in Schleiermacher

Giovanna D’Aniello

EUR 15,00
Disponible Ajouter au panier
Friedrich Schleiermacher (1768-1834) occupa un posto di tutto rilievo nella svolta del pensiero moderno tra il XVIII e il XIX secolo, come un crocevia attraverso il quale passano e convergono quasi tutte le tendenze operanti nella filosofia dell’illuminismo tedesco : dall’eredità leibniziana della « scuola razionalista » all’impostazione « critica » avanzata da Kant; dalle istanze del primo romanticismo ai nuovi sistemi dell’idealismo; dal dibattito sul rapporto fra ontologia e teologia rivelata alla nascita di una vera e propria « filosofia della religione ». Schleiermacher tenterà di dar conto di questo intreccio peculiare di problemi e di esigenze filosofiche e teologiche, e di sintetizzarle attraverso un metodo che – proprio a partire dalla sua opera – diverrà normativo per le future vicende del pensiero, vale a dire l’ermeneutica. Questo libro cerca di tracciare un profilo unitario dell’autore, mettendo in luce – e al tempo stesso connettendo fra loro – diverse facce di uno stesso prisma. L’« ontologia dialettica » di cui parla il titolo è vista infatti come l’orizzonte in cui la teoria del conoscere, la dogmatica teologica, il sentimento di dipendenza e l’arte dell’interpretazione trovano un possibile quanto problematico punto di sintesi.